Numero ERMES: 081-18086292

Roma, emergenza al Pronto Soccorso

  • Valutazione gratuita del caso

  • Spese legali solo a risarcimento ottenuto

Avvocato per risarcimento da malasanità
Avvocato per risarcimento da malasanità

Il Soccorso non è Pronto. Presa d'assalto, la prima linea ospedaliera rischia il collasso, tra dolori e rabbia, con pazienti trattati come pacchi, medici e infermieri esasperati, rischi di infezioni ed errori.

Cosa accade? Molti reparti sono chiusi per ferie (il personale al lumicino), qualcuno è accorpato ad altri. L'accoglienza si è fatta più piccola. E i posti letto risultano essere centinaia in meno rispetto a quelli programmati nel 2016 dal Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera.

Risultato: i pazienti aspettano anche una settimana in barella, l'assegnazione di un letto in reparto e le ambulanze restano bloccate per ore davanti ai Pronto Soccorso, in attesa della restituzione della lettiga di bordo "sequestrata" dal malato trasportato lì (nelle due settimane scorse, di lunedì e martedì sono stati una cinquantina i veicoli del soccorso "tenuti in ostaggio").

I Pronto Soccorso sono diventati colli stretti di bottiglia nei quali affluiscono e si concentrano anche i malati che dovrebbero essere curati altrove: a monte, nei presidi territoriali dei quali si è fatto finora un gran parlare tra annunci e rinvii (vedi la storia ingloriosa delle Case della Salute) o, a valle, nei reparti dove distendersi su un letto disponibile è diventato più arduo che trovare una pepita d'oro.

Con la chiusura dell'Agenzia di Sanità pubblica, nel 2014, sono scomparsi i dati d'insieme sugli accessi ai Pronto Soccorso, sui numeri dei posti letto attivi, sugli interventi. Insomma, le informazioni sono diventate offlimits. Faticose da reperire. Un caso? Sarà, ma è diventato difficile conoscere, quindi è sempre più arduo poter intervenire.

La cura dimagrante di posti letto, dopo il taglio di oltre tremila degenze immolate sul Piano di rientro dal deficit, accomuna tutti gli ospedali, grandi o piccoli che siano. E i Pronto Soccorso, senza sbocchi in corsia, rischiano di trasformarsi sempre più in gironi infernali.

Fonte della notizia: La Repubblica Roma.

Racconta il tuo caso di malasanita'





* Inviando il form, si accetta la nostra politica sulla privacy

Vuoi una risposta più rapida?



Compila il form, metti 'mi piace' alla nostra pagina Facebook e sarai contattato entro 48 ore da un nostro consulente!



Dove operiamo

L'Associazione ERMES, con sede principale a Napoli, è attiva su tutto il territorio nazionale, in particolare nel Mezzogiorno d'Italia, nelle regioni e province di seguito indicate:

Sul territorio della Regione Campania, l'Associazione opera nelle città e province di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno.
Sul territorio della Regione Lazio, l'Associazione opera nelle città e province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo.
Sul territorio della Regione Molise, l'Associazione opera nelle città e province di Campobasso e Isernia.
Sul territorio della Regione Puglia, l'Associazione opera nelle città e province di Bari, Barletta-Andria-Trani (BAT), Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto.
Sul territorio della Regione Basilicata, l'Associazione opera nelle città e province di Potenza e Matera.
Sul territorio della Regione Calabria, l'Associazione opera nelle città e province di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia.
Sul territorio della Regione Sicilia, l'Associazione opera nelle città e province di Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Ragusa, Siracusa e Trapani.

Perché rivolgersi a noi?

Tuteliamo i diritti dei cittadini fornendo, in modo gratuito, un servizio di consulenza medico-legale di grande professionalità che può evidenziare responsabilità medica.

In presenza degli estremi per intraprendere un'azione e richiedere un risarcimento, il cliente potrà accordarsi direttamente con un avvocato suggerito dall'Associazione, con il quale portare avanti l'azione legale e concordare un compenso che verrà pagato, il più delle volte, solo a risarcimento ottenuto.

Raccontaci la tua esperienza di malasanità, ti aiuteremo ad ottenere giustizia.